Parlando con un papà separato

 

Ho incontrato  un amico di vecchia data che si è separato da qualche anno. Dopo aver rivangato i vecchi tempi, ci siamo  confrontati sulle nostre famiglie monoparentali. Lui  ha una figlia di 11 anni, che riesce a vedere tutte le mattine, poiché l’accompagna a scuola. Mi ha detto che si sveglia prima per passare a prenderla, fanno insieme il tragitto fino a scuola e poi lui va in ufficio. Questo gli consente di avere un rapporto stretto ed intimo con sua figlia: lei preferisce rivolgersi a lui per chiedergli consigli sui ragazzi, gli parla dei suoi primi amori. Il problema è che lui si imbarazza a toccare con lei questi argomenti (la mamma è ancora più chiusa) e non riesce a parlare liberamente di sentimenti con sua figlia, tanto che lei si confida con le amiche di scuola, che poi di fatto vanno a raccontare tutto al ragazzo che è nel suo cuore, in quel momento. 

Il papà di conseguenza ha timori che riguardano la sfera sessuale della figlia visto che l’età del primo rapporto si è fortemente abbassata. Il rischio è quello di pensare ad una sessualità svincolata da un rapporto affettivo. Il mio amico infatti conosce l’importanza delle relazioni. Vorrebbe proprio spiegare a sua figlia la necessità che la sessualità avvenga all’interno di un rapporto affettivo e che non lei non pensi di separare i due aspetti. Del resto come non essere preoccupati, specie quando ogni giorno arrivano ai/alle nostri/e ragazzi/e e ragazzini/e messaggi ambigui sul tema? Basta pensare alla mercificazione del corpo femminile che campeggia in molte pubblicità e alla pornografia digitale che rende di  fatto il corpo un oggetto. E allora come educare i figli e le figlie all’affettività, se abbiamo remore a parlarne?

Tempo fa ho partecipato ad un seminario proprio su queste tematiche e alla fine ci è stato detto che i genitori non devono lottare con se stessi, cambiando la loro personalità, ma anzi devono rispettarsi. Pertanto è sufficiente indicare ai/alle figli/e il professionista a cui rivolgersi per porre tutte quelle domande a cui il genitore non si sente pronto a rispondere.

Hai figli/e adolescenti o preadolescenti? Hai già affrontato questi problemi?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...