Inclusione e diversità: tutto nasce da una mail ricevuta dalla scuola materna di mia figlia

Ormai sapete che la vita di tutti i giorni mi dà spunti di riflessione che amo condividere con voi.

In occasione del carnevale, nella scuola di Eleonora verrà presentato uno spettacolo preparato da alcuni genitori. Una cosa davvero lodevole. Per questo evento, come pure succede per altre feste, di solito la scuola chiede ai genitori di montare il palco. Fino ad oggi, arrivava una mail di gruppo, con tutti i destinatari in copia nascosta, in cui si chiedeva un aiuto ai papà, aggiungendo poi un invito generico ai nonni, agli zii ed altri volontari.

Anche oggi è arrivata una di queste mail , con lo stesso messaggio ma a differenza delle precedenti, è rivolta ad Eleonora. Mi è stato comunque spiegato che per motivi di privacy d’ora in poi le mails di gruppo verranno inviate così: vedrò come destinataria mia figlia. Sarà che prima le comunicazioni le percepivo di gruppo e quindi facevo finta di non notare questo aspetto, ma una mail di questo genere indirizzata ad una bambina che ha una famiglia diversa da quelle più numerose, mi è parsa una brutta comunicazione.

Come anticipato, questo episodio mi serve per riflettere con voi sull’inclusione. Ormai se ne parla tanto anche nelle scuole, come nelle grandi aziende, dove lavoro. Diversità e inclusione. Le diversità sono quelle differenze visibili e invisibili che ci differenziano gli uni dagli altri e che sono la ricchezza della nostra società. Tuttavia le diversità vengono solo stigmatizzate se non si procede con l’inclusione. E’ questa la chiave di volta che ci porta ad aprirci agli altri, ai diversi, a coloro che appartengono ad una categoria meno numerosa, come quella delle famiglie monogenitoriali, ad esempio. Pertanto in una società inclusiva non si dovrebbe adoperare un pò di sensibilità, che magari ci fa perdere due minuti in più, ma che di contro ci aiuta a far crescere gli adulti di domani con l’idea che la diversità non è un limite o una perdita di tempo? Da mamma con un occhio attento a queste tematiche, ritengo che questo sia in messaggio educativo e positivo. Cosa ne pensate? Avete qualche esperienza simile da condividere?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...